25/05/2019, ore 04:20 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Godzilla 2: gli altri mostri del trailer


 
Immagine associata alla news
  

L'attenzione principale di Godzilla II – King of the Monsters è ovviamente catalizzata dai quattro “gioielli della corona” della Toho, ovvero gli amatissimi kaiju Godzilla, Rodan, Mothra e King Ghidorah, ma fin dalla comparsa del secondo trailer si è aggiunto un nuovo interrogativo: chi sono gli "altri mostri" che si vedono nel filmato?

A rilanciare la domanda è stato il recente spot televisivo, che vi riproponiamo qui sotto in versione HD (grazie al lavoro sempre impagabile di Toho Kingdom):
 

 

 

Potete intravedere le due creature all'inizio: il mostro dalle zampe ragniformi che escono dal terreno, e l'altro, mimetizzato da montagna. Chi sono, dunque? Qualcuno ha ipotizzato che potessero essere Kumonga o Anguirus (o ancora la Kamoebas di Atom). Altri pensavano a creature del tutto nuove.

 

A sciogliere l'enigma è il sempre generoso Michael Dougherty, regista della pellicola che, in un'intervista a Eigahiho Magazine, citata da Gormaru, ha confermato che si tratta di mostri completamente nuovi, non provenienti dal canone Toho. In pratica due nuovi MUTO.

 
Non nascondiamo la soddisfazione per questa risposta: da tempo, infatti, sosteniamo che il MonsterVerse non ha senso se si limita unicamente a riproporre il parco mostri Toho, ma che, al contrario, ha l'opportunità di ampliare lo stesso creando una felice sintesi tra Oriente e Occidente (come già accaduto con i MUTO di Godzilla 2014). Lietissimo apprendere quindi che in casa Legendary hanno capito molto bene questo aspetto.

 Al momento non sono noti ulteriori particolari dei due nuovi MUTO. Le pompe per l'estrazione petrolifera presenti nella location del primo fanno pensare all'America o al Medio Oriente, mentre per il secondo è visibile un cartello che lo colloca nell'avamposto Monarch 67 a Monaco, in Germania.

 Probabile che nuovi particolari possano emergere, oltre che dalla visione del film, anche dall'artbook collegato allo stesso, in uscita il 4 Giugno per Titan Books: