18/11/2018, ore 16:12 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Godzilla ha la sua costellazione!


 
Immagine associata alla news
  

Godzilla ormai senza confini! Dopo aver conquistato i cuori di milioni di appassionati in giro per il mondo, ora si dedica allo spazio!

È infatti notizia di ieri che la NASA ha nominato una costellazione a raggi gamma “Costellazione Godzilla”.


Ecco il comunicato dell'ente spaziale americano, tradotto in italiano:

Godzilla è uno dei mostri più famosi del cinema e fra i più celebri simboli della cultura popolare giapponese. Nel film originale del 1954, i testi nucleari disturbano il profondo habitat oceanico della creatura, facendola emergere dal mare per portare distruzione in Giappone.

Elemento simbolico di Godzilla è il suo “raggio di calore”. Un getto ardente che ha una certa rassomiglianza con i raggi gamma associati ai buchi neri e alle stelle di neutroni.

Quando la materia viene risucchiata in un buco nero, vengono rilasciate grandi quantità di energia. Il gas che cade nel buco nero è compresso e riscaldato a milioni di gradi e vicino al buco diventa luminoso. Potenti campi magnetici, combinati con la rotazione del buco nero, possono accelerare alcune di queste particelle sovraccaricate, fino a velocità prossime a quella della luce. Le particelle accelerano vicino all'orizzonte degli eventi del buco nero, ovvero il punto di non ritorno, e possono sfuggire lungo l'asse di rotazione del buco stesso, formando un getto che scorre verso l'esterno quasi a velocità luce.

Le particelle che si muovono così velocemente in questi getti, possono interagire con luce a bassa energia per produrre dei raggi gamma. Il Telescopio Fermi vede prove di raggi gamma in molti tipi di cosiddette galassie attive, che emettono molta più luce del normale e possono divampare in modo imprevedibile. Gli astronomi dicono che tali galassie possiedono nuclei galattici attivi (abbreviato in AGN) e che l'attività potenziata risulta dalla rapida ingestione di materia da parte di un buco nero supermassiccio centrale.

La maggior parte delle sorgenti di raggi gamma visibili nella Costellazione Godzilla sono in realtà AGN, come lo sono più della metà delle "stelle" di raggi gamma che Fermi ha catalogato fino ad oggi.

I getti a raggi gamma si verificano anche in altri tipi di sistemi astrofisici. Quando una stella massiva esaurisce la sua forza e collassa sotto il suo stesso peso, o quando due stelle orbitali di neutroni si muovono a spirale e si uniscono, si può formare un nuovo buco nero – insieme ai getti ad alta velocità. Il risultato è un'esplosione di raggi gamma, la più potente che si possa verificare nel cosmo. Queste esplosioni mostruose, che accadono ogni giorno nelle profondità dell'universo, e, secondo le osservazioni del monitor a raggi gamma di Fermi, farebbero persino invidia a Godzilla.

 

L'omaggio, che potrebbe apparire un po' estemporaneo, arriva per celebrare i 10 anni del Telescopio Fermi e consiste nella creazione di un set di costellazioni a raggi gamma non ufficiali basate su icone, storie e idee scientifiche. Godzilla è infatti in buona compagnia, altre costellazioni hanno preso il nome dall'astronave Enterprise o dal TARDIS del Dr. Who!

Per chi volesse approfondire, rimandiamo al sito della NASA con la mappa stellare interattiva.