20/07/2017, ore 14:25 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Un team di sceneggiatori per il MonsterVerse


 
Immagine associata alla news
  

L'uscita di Kong: Skull Island nei cinema e l'imminente inizio delle riprese del secondo Godzilla evolve il piano d'azione della Legendary Pictures e del suo MonsterVerse, in attesa del Godzilla vs. Kong che riunirà i due “pesi massimi” nel 2020.

 

Proprio in previsione di questo evento, lo studio ha messo insieme un gruppo di lavoro formato da sette sceneggiatori (quello che in gergo tecnico è ormai chiamato “Writers Room”): il loro scopo sarà quello di fornire e valutare varie idee, in modo da definire una scaletta da passare poi allo sceneggiatore definitivo (che sarà scelto più avanti).

Nello specifico, il gruppo è guidato da Terry Rossio, celebre per la saga dei Pirati dei Caraibi, ma a noi più noto in quanto co-autore del soggetto per il Godzilla di Roland Emmerich.

A lui si uniscono alcuni colleghi giovani:

Patrick McKay e John D. Payne, di recente cosceneggiatori (non accreditati) di Star Trek Beyond.

Lindsey Beer, il cui nome è collegato a diversi progetti in fase di sviluppo su brand storici (da Barbie a M.A.S.K. passando per Dungeon & Dragons).

Cat Vasko, che al momento sembra avere in curriculum soltanto la co-sceneggiatura del cortometraggio Grrl Scout e che sta sviluppando anche lo script di Queen of the Air, dramma a sfondo circense, tratto dal romanzo di Dean N. Jensen.

T.S. Nowlin, sceneggiatore della saga di Maze Runner e co-sceneggiatore di Pacific Rim: Uprising.

Jack Paglen, sceneggiatore di Transcendence e co-autore del soggetto del prossimo Alien: Covenant.

Infine il veterano J. Michael Straczynski, autore dall'impressionante curriculum per serie quali Babylon 5, He-Man, She-Ra, The Real Ghostbusters, celebre anche per un fortunato ciclo di storie dell'Uomo Ragno e per aver scritto Thor e il bellissimo Changeling di Clint Eastwood.

Come si può notare, il gruppo mette insieme gente abituata a lavorare sul seriale e su saghe di importanza più o meno rilevante, oltre a unire professionalità consolidate e forze fresche, in modo da assicurare un confronto a largo raggio.

L'idea di un gruppo di lavoro non è una novità, è stata già attuata anche da Hasbro e Paramount per il futuro dei Transformers. Da qui la possibilità che il gruppo non si limiterà a tracciare solo le idee per Godzilla vs. Kong, ma, più in generale, anche per possibili prosecuzioni future.

Le speculazioni in questo senso non si sono fatte attendere: Screen Rant suggerisce di portare nel MonsterVerse anche Pacific Rim, mentre Jordan Vogt-Roberts, regista di Kong: Skull Island, ha dichiarato che gli piacerebbe dirigere eventuali spin-off su Rodan o sulla giovinezza di Hank Marlow, il personaggio già interpretato da John C. Reilly nello stesso Kong. È invece di ieri la notizia di Bloody-Disgusting che chiama in causa addirittura Gamera.

Comunque vada a finire, la speranza è che, diversamente da come accade in alcune pellicole Marvel o Star Wars, l'esigenza di uno sfruttamento seriale intensivo e di mantenere coerente a ogni costo la continuity, non snaturi il valore delle singole storie. Come sempre seguiremo gli aggiornamenti.

 

La discussione sul forum




 





Lascia un commento

Ogni intervento deve rispettare il nostro regolamento.
Evitate inoltre gli spoiler oppure segnalateli !!!