26/05/2017, ore 21:03 |  Login  |  Registrati

Ricerca Film in database:
Bookmark and Share




Skip Navigation Links
 HOME 
 FILM 
 NEWS 
 G WORLD 
 COMMUNITY 

:..ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI..:


:..ULTIME SCHEDE FILM INSERITE..:

ULTIME NEWS

La belva nell'ombra a NipPop 2017


 
  

Parte oggi a Bologna la tre giorni di NipPop 2017, che quest'anno ha per tema “La belva nell'ombra: variazioni pop del mostruoso”.

L'evento, giunto alla sua settima edizione, intende stavolta esplorare “l’estetica del grottesco e del mostruoso nella cultura giapponese, ripercorrendone l’evoluzione a partire dal periodo Taishō (1912-26) per poi soffermarsi sulle sue manifestazioni nelle più recenti tendenze pop.”

Come recitano le note di presentazione:

Uno dei tratti infatti che si impongono con forza allo sguardo dell’interessato è il “boom dei mostri”. Dal redivivo Godzilla, protagonista nel 2016 di un successo che ha già travalicato i confini dell’arcipelago, al fenomeno Pokémon Go, manga, anime, videogames, cinema, letteratura e arti visive incessantemente inventano e ripropongono un immaginario che affonda le radici nel cuore stesso della modernità.

L’arte visiva e la letteratura si popolano di figure tradizionali quali sirene e yūrei, e di soggetti più moderni come gli esoscheletri esoterico-apocalittici di Evangelion, la parata dei Pokémon, i protagonisti inquietanti del J-Horror e del cyberpunk, i mostri superflat di Murakami Takashi e il kawaii monster, simboli tutti di una cultura che si percepisce in costante trasformazione.

Al centro di NipPop 2017 le molteplici declinazioni pop di un’estetica del mostruoso che il Giappone ha sviluppato al punto di sceglierne alcune come icone del Cool Japan, attribuendo loro ancora una volta una rilevante funzione politica nel contesto della globalizzazione.

Il denominatore comune di questo percorso tra modernità e contemporaneità, tra manga e cinema, animazione e arti visive, è la centralità di sensi, sensazioni e sensualità in tutte le loro declinazioni ed effetti.

 


La manifestazione si articola lungo vari ambiti culturali, e prevede workshop, incontri ed eventi, tutti GRATUITI e aperti al pubblico, che si svolgeranno presso la Sede del Quartiere Santo Stefano e il Piccolo Teatro del Baraccano, nel centro storico di Bologna. Per il calendario completo delle iniziative e gli approfondimenti del caso, si può fare riferimento al sito ufficiale e alla pagina Facebook di NipPop. 

Naturalmente in questa sede ci soffermiamo su Godzilla. A lui è dedicata proprio oggi, presso la Sala del Consiglio, nella Sede del Quartiere Santo Stefano, in Via Santo Stefano 119, la tavola rotonda Godzilla: quando il mostro evade dai confini, con Gino Scatasta, Luigi Cozzi e Carlo Cavazzoni. L'incontro è in corso di svolgimento dalle 14:00 alle 15:30 e affronta l'evoluzione del sauro atomico dagli esordi fino al presente, dai timori dell'era atomica alle paure del nostro tempo.

 

Per l'occasione abbiamo rivolto qualche domanda a Paola Scrolavezza, traduttrice, critica e docente di ‘Letteratura Giapponese’ presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, nonché curatrice dell'evento.

 

Ciao Paola e benvenuta su Fantaclassici. Per iniziare ti chiederei di sintetizzare, per i nostri lettori, la “mission” di NipPop e la scelta del tema di quest'anno, La belva nell'ombra.

La mission è quella di creare un ponte fra culture, e nello specifico fra il Giappone e l'Italia e fra il Giappone e Bologna, valorizzando i punti di contatto e le influenze reciproche fra queste realtà. Ogni anno affrontiamo un tema diverso e la scelta di quest'anno è stata motivata dalla voglia di lavorare sul revival dei mostri che si riscontra nelle culture pop giapponesi contemporanee, dal manga, all'animazione, al cinema e che sta avendo molto successo a livello globale.

 

Veniamo quindi a Godzilla, il nostro ambito di interesse: quale sarà il suo ruolo all'interno dell'evento?

Non si può parlare di mostri dal Giappone senza Godzilla, il kaiju per eccellenza. Quest'anno arriverà sugli schermi italiani il nuovo Shin Gojira, realizzato l'anno scorso e ci sembrava quindi importante e imprescindibile dedicare uno spazio anche a lui. La tavola rotonda che si tiene oggi pomeriggio alle 14:00 vede partecipare Gino Scatasta, docente di letteratura inglese all'università di Bologna, che nutre anche un interesse molto forte per le culture pop e il cinema; poi Luigi Cozzi, celebre regista, aiuto di Dario Argento e autore, negli anni Settanta, della versione colorizzata del primo Godzilla ormai diventata di culto; e infine Carlo Cavazzoni di Dynit che cura la distribuzione italiana di Shin Godzilla. Il focus dell'incontro è inquadrare Godzilla da differenti angolazioni in quanto fenomeno globale e transculturale, che ha goduto anche di vari remake in America – da cui il titolo “Quando il mostro evade dai confini”.

 

Questa scelta è meritevole anche perché restituisce ai mostri la loro capacità di essere catalizzatori di paure sociali e collettive, segnando una netta distanza dalla tendenza attuale, che mira o ad astrarli in maniera autoreferenziale nel fantasy spicciolo, o a ridimensionarli in favore di un forzato realismo. Che ne pensi?

Sono d'accordo, penso che astrazione e iperrealismo vengano a coincidere e ad allontanare dalle proprie radici la figura del mostro, che in fondo nasce come espressione delle paure più profonde dell'uomo: non è un caso, ad esempio, che Godzilla nasca nell'era degli esperimenti atomici e proprio in Giappone, che ha subito i bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki. Allo stesso modo non è un caso che sia diventato un fenomeno globale proprio quando la paura del nucleare è uscita dai confini giapponesi e ha finito per pervadere tutto il mondo. È un elemento da rivalutare anche nel periodo storico attuale, attraversato da una forte sensazione di instabilità a livello sociale, il terreno più fertile per il ritorno del mostro.

 

Mi incuriosiva anche l'iniziativa di mostra e Live Painting Urban Yokai, di Riccardo Raviola, me ne vuoi parlare? Anche qui torna Godzilla?

È un altro dei momenti forti di NipPop: Riccardo è un artista bolognese che ha realizzato una serie di lavori ispirati ai mostri del folklore giapponese per eccellenza (gli yokai appunto), calandoli però nel contesto contemporaneo, urbano e bolognese, quindi con tutta una serie di riferimenti specifici. Un'interpretazione molto interessante e che diventa una perfetta metafora della mission di NipPop, quella di creare ponti. Riccardo eseguirà un live painting in occasione dell'inaugurazione della mostra, e l'opera realizzata sarà venduta all'asta e i proventi andranno in beneficenza alle popolazioni colpite dal terremoto di Kukamoto. In questo caso Godzilla non fa parte della mostra, ma potremmo magari lanciare un suggerimento a Riccardo per realizzare qualcosa a tema!

 

Lieti di essere stati di ispirazione allora! Un'ultima domanda: da curatrice immagino che sarai orgogliosa di tutto il programma nel suo complesso. Volendone però scegliere solo alcuni, fra quelli non legati a Godzilla, quali sono da considerarsi fra gli imperdibili della manifestazione?

Direi l'appuntamento di domani alle 12:30 con Inoue Hiroaki, Alex Corazza e Carlo Cavazzoni sul Cinema di animazione dal Giappone all’Italia: produzione e distribuzione. Inoue è un pezzo di storia dell'animazione giapponese, ha lavorato con lo studio Tezuka ed è stato fra i fondatori del Gainax, attualmente lavora come indipendente ed è stato fra i produttori di Perfect Bue, quindi siamo molto contenti di averlo potuto invitare.

Poi direi la tavola rotonda dedicata a Lovecraft, sempre domani, alle ore 17:00, che analizzerà il rapporto del Giappone con lo scrittore di Providence, come è arrivato lì e come viene ripreso e interpretato in quella cultura, in un percorso che abbraccia manga, animazione, cinema e letteratura.

E ancora, domani sera alle 21:00 l'Italo Yokai Kyogen, forma di teatro tradizionale giapponese con pièce brevi e comiche, portate in scena in questo caso da una compagnia italiana la cui anima, che è Luca Moretti, ha lavorato a lungo con un importante maestro giapponese e proporrà due lavori a tema mostruoso e fantasmatico: il primo, Lo Fanciulletto del Tofu tratto da un'opera del famoso scrittore giapponese Kyogoku Natsuhiko e l'altra Di Code e Canini , liberamente ispirato a un racconto di Massimo Soumaré.

Infine consiglierei, Domenica mattina a partire dalle ore 10:00 il talk sul J-Horror, che è un altro dei temi forti quando si parla dell'immaginario giapponese a tema mostri.

 

Tutto molto interessante, ma per chi non potesse essere presente, ci sarà modo di seguire l'evento?

Creeremo sicuramente dei video e delle clip riassuntive che permetteranno ai curiosi di rivivere anche da lontano i lavori e farsi un'idea dell'evento nel suo complesso. Quindi continuate a seguirci!

 

 

'NipPop: Parole e Forme da Tokyo a Bologna' è un progetto, pensato e coordinato dai docenti e dagli studenti di Lingua e Letteratura Giapponese dell'Ateneo di Bologna, con la collaborazione e partecipazione di artisti ed esperti italiani e stranieri. Dopo il successo delle prime edizioni (nel 2011, 2012 e 2013), NipPop è diventato ufficialmente un marchio registrato e Associazione Culturale NipPop, con l’obiettivo di promuovere la cultura giapponese contemporanea, attraverso l’analisi delle tendenze pop attuali, con particolare riguardo ad ambiti quali animazione, manga, cinema, arte, televisione, musica e letteratura.

 

Il Festival NipPop “LA BELVA NELL’OMBRA: VARIAZIONI POP DEL MOSTRUOSO” è organizzato in collaborazione con il Quartiere Santo Stefano, con il patrocinio della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione dell’Università di Bologna, del Comune di Bologna, del Comune di San Lazzaro di Savena, della Regione Emilia Romagna, del Consolato del Giappone a Milano e della Japan Foundation, e la partnership di Piccolo Teatro del Baraccano, Atti Sonori, Associazione Culturale Takamori, Junsei Educational Institute, Okayama Gaigo Gakuin, Kurashiki Daigaku, Kurashiki Jisho, Accademia Europea di Manga, Pentel Italia, Go! Go! Nihon, Lega Nerd, Yuzuya e Luca B Fornaroli Consulting.

 

La discussione sul forum


 

Gli extra di Kong: Skull Island!


 
  

Dopo l'annuncio di ieri, continuiamo ad approfondire le edizioni digitali di Kong: Skull Island previste per il prossimo Luglio!

 

Quattro le edizioni previste, come già elencato, e ora possiamo entrare più nel dettaglio. Grazie all'ufficio stampa di Warner Home Video, che ci ha infatti gentilmente fornito la scheda tecnica, ecco in anteprima le caratteristiche audio/video e i contenuti speciali delle quattro uscite.


Iniziamo dal Blu-Ray Disc, che proporrà il film con video anamorfico 16/9 1080p e formato 2:40:1

La lingua italiana, così come quella inglese, sarà invece proposta in codifica DTS-HD Master Audio 5.1. Prevista anche un'ulteriore traccia inglese in Dolby Atmos TrueHD, insieme ai sottotitoli per non udenti in italiano e inglese.

Ricca la lista dei contenuti speciali, di cui possiamo fornire anche le durate. Il comunicato stampa li riporta in inglese, ecco la nostra traduzione:

Creare un Re: La realizzazione di un'icona – Esplora la rinascita, la nuova creazione e la reinterpretazione di uno dei mostri più iconici della storia del cinema (15min.)

Creare un Re: Convocare un Dio (15 min.)

Sulle location: il Vietnam - Skull Island è la prima attrazione di tale grandezza e portata a usare i maestosi paesaggi del Vietnam come sfondo per le riprese. Il regista Jordan Vogt-Roberts spiega nel dettaglio perché sia stato così importante portare il film in queste località esotiche e come questa scelta abbia aiutato a definire il film (5min e 37sec.)

Tom Hiddleston: Il viaggiatore intrepido – Unitevi all’attore in un tour delle location mozzafiato del film (5 min.)

Attraverso l'obiettivo: La fotografa di Brie Larson – La personale esperienza delle riprese, catturata dall'attrice principale (3 min.)

Monarch Files 2.0 (Archivi dell'accompagnatore) – Rulli di pellicola che offrono uno sguardo più approfondito nell'organizzazione e nella mitologia dei MUTO, rivelando quanto profonda sia la ragnatela tessuta dalla Monarch (6 min.)

Commento audio del regista Jordan Vogt-Roberts per tutta la durata del film

Scene Eliminate (3min. e 30sec.)

 



Il Blu-Ray 3D, invece, proporrà il film sempre con video 2:40:1 16/9 e definizione 1080p;

Molto ricca la dotazione di linguaggi:

Dolby Digital 5.1: Italiano, Spagnolo, Ceco, Portoghese, Francese, Ungherese

Dolby Digital 2.0: Turco

DTS-HD Master Audio 5.1: Inglese, Tedesco

Sottotitoli: Spagnolo, Francese, Portoghese, Ceco, Croato, Ebraico, Ungherese, Romeno, Sloveno, Turco, Arabo, Bulgaro.

Sottotitoli per non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco.

In questo caso non sono elencati contenuti speciali.


Il classico formato DVD proporrà il film nelle seguenti lingue:

Dolby Digital 5.1: Italiano, Inglese, Francese, Tedesco.

Sottotitoli: Francese, Olandese.

Sottotitoli per non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco.


Qui sarà presente una breve selezione di contenuti speciali:

Tom Hiddleston: Il viaggiatore intrepido – Unitevi all’attore in un tour delle location mozzafiato del film (5 min.)

Scene Eliminate

 

Numeri “mostruosi”, infine, per il formato 4K Ultra HD, con video 2160p Ultra High Definition 16x9 2.40:1.
Per quanto riguarda le lingue

DTS-HD Master Audio 5.1: Italiano, Inglese, Francese, Tedesco.

Dolby Atmos TrueHD: Inglese, Francese, Tedesco.
Sottotitoli: Francese, Olandese.

Sottotitoli per non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco.

Anche in questo caso non abbiamo contenuti speciali.

 

La discussione sul forum


 

Kong: Skull Island in home video a Luglio


 
  

Warner Home Video ha ufficialmente annunciato le edizioni home cinema di Kong: Skull Island, il monster-movie di Jordan Vogt-Roberts uscito nelle nostre sale a Marzo.

Segnate la data in agenda, tutte le edizioni saranno disponibili dal 13 Luglio.

In quella data avremo rispettivamente:

- L'edizione Blu-Ray Disc tradizionale

- L'edizione Blu-Ray 3D stereoscopica

- L'edizione 4K Blu-Ray Ultra HD per la migliore definizione possibile

- L'edizione DVD canonica

Ecco i packshot:



E le note di descrizione del film dal comunicato stampa ufficiale:

Una moderna ed innovativa rivisitazione della storia d’origine del mitico Kong.

Nel cast la vincitrice del Premio Oscar® 2016 come Migliore Attrice Protagonista BRIE LARSON e volti amati dal pubblico del cinema di genere come TOM HIDDLESTON e SAMUEL L. JACKSON.

Dai produttori di Godzilla.

Kong: Skull Island reinventa le origini del mitico Kong, in un’avvincente ed originale avventura del regista Jordan Vogt-Roberts. Nel film, un gruppo eterogeneo di esploratori si avventura nelle profondità di un’isola sperduta del Pacifico - tanto affascinante quanto infida - inconsapevoli di attraversare il regno del mitico gorilla Kong.

 

Al momento non ci sono ancora notizie circa le caratteristiche tecniche e gli extra che accompagneranno le varie edizioni.

 

La discussione sul forum


 

Il Character Design di Godzilla Monster Planet!


 
  

24 ore dopo aver appreso chi sarà il designer dei mostri del prossimo Godzilla: King of the Monsters, arriva un simile tassello anche per l'altro progetto animato Godzilla: Monster Planet.

 

Yuki Moriyama ha infatti annunciato attraverso il suo account Twitter che è lui il character design per il film animato attualmente in fase di sviluppo e previsto in Giappone a Luglio.

Ecco il tweet:

(Traduzione: “Ho lavorato come character design CG in “Godzilla: Monster Planet”! Grazie in anticipo e cordiali saluti (in ritardo)”)

 

Moriyama è noto per il suo lavoro di designer dei personaggi in serie come Knight of Sidonia, Ajin e per film come Blame! Rimandiamo alla precedente news per l'elenco dei personaggi che saranno presenti in Godzilla: Monster Planet, in modo da avere anche un riferimento visivo al lavoro dell'artista giapponese.


Nel frattempo, dall'account Twitter del film, ecco lo staff in riunione durante le lavorazioni per il film:



La discussione sul forum


 

Il designer dei mostri di Godzilla 2 è...


 
  

Dopo tante aggiunte al cast artistico di Godzilla: King of the Monsters, eccone una al cast tecnico, in un ruolo decisamente importante per noi amanti dei mostri!

 

IMDB ha infatti inserito Tom Woodruff Jr. come designer delle creature che compariranno nel film. L'artista si è formato presso gli Stan Winston Studios e ha legato il suo nome in particolare alla saga di Alien come designer, autore di effetti speciali e, in alcuni casi, anche controfigura (dentro il costume dei mostri, per capirci).

Altri titoli a cui ha lavorato sono Terminator, Leviathan, Tremors, Jumanji, Evolution e La morte ti fa bella, per il quale ha vinto un Premio Oscar: quindi una personalità di tutto rispetto cui affidare il nuovo Godzilla.

La notizia del coinvolgimento di Woodruff è stata confermata da Michael Dougherty con uno dei suoi ormai imprescindibili tweet, in cui risponde a una specifica domanda sul punto:

Ricordiamo che nel film saranno presenti Godzilla, Rodan, Mothra e King Ghidorah, quindi l'artista americano avrà senz'altro il suo bel daffare!

 

La discussione sul forum


 

Arrivi e ritorni in Godzilla 2!


 
  

Pensavate che con Millie Bobby Brown il prossimo Godzilla: King of the Monsters avesse già toccato l'apice del suo “nerdismo telefilmico”?

 

Invece la notizia di oggi è una vera bomba, perché a fare ora il suo ingresso nel cast è nientemeno che il grandissimo Charles Dance!

L'attore britannico, già fantasma dell'Opera per una miniserie tv (appunto) e antagonista cinematografico dell'Ultimo Grande Eroe Arnold Schwarzenegger, è infatti oggi noto ai più per il ruolo di Tywin Lannister nell'acclamato serial della HBO Il Trono di Spade.

Chi meglio dunque del Primo Cavaliere del Continente Occidentale per insidiare la corona del Re dei mostri?

 

A diffondere la notizia è stato Deadline, che ci ha anche fornito un ulteriore e a questo punto inaspettato elemento: nel film tornerà anche Sally Hawkins, nel ruolo di Vivienne Graham, l'assistente del dr. Serizawa.

Ricordiamo che la presenza di Ken Watanabe è ancora in attesa di una conferma ufficiale, ma il ritorno della Hawkins fa decisamente ben sperare per lo schieramento del team Monarch al completo!

E il regista Michael Dougherty? Come sempre non ha fatto mancare il suo tweet in cui linka e, quindi, conferma la notizia di Deadline:

Approfittiamo di questo spazio anche per mostrarvi un altro scatto, postato sempre da Dougherty, che lo vede davanti al monumento di Godzilla a Hibiya, tappa obbligata per ogni fan del personaggio:

 

La discussione sul forum


 

Addio a Yoshimitsu Banno


 
  

Se ne va l'ultimo regista di Godzilla dell'era Showa: Yoshimitsu Banno è infatti scomparso il 7 Maggio, all'età di 86 anni, come ci conferma la Pagina Facebook della sua società Advanced Audiovisual Production Inc.

Il nome di Banno resta per tutti legato a Godzilla furia di mostri, cult-movie assoluto della saga e ancora oggi fonte di dibattito per le sue scelte controverse legate al tono e al celeberrimo “volo di Godzilla” che gli costò la preclusione da future regie. A prescindere da qualsiasi divisione, Banno resta una figura fondamentale per il passaggio della saga di Godzilla dalle atmosfere pop dei Sessanta a quelle più oscure dei Settanta.

La sua scomparsa è stata ricordata su Twitter anche da Legendary Pictures, per cui è stato produttore esecutivo del Godzilla di Gareth Edwards.

Lo ricordiamo con alcuni scatti dal set del suo film più celebre:





Fantaclassici si unisce al cordoglio dell'intera communità degli appassionati per l'uomo, l'artista e la figura leggendaria. In occasione della sua scomparsa, la biografia presente sul sito è stata doverosamente aggiornata e integrata per rendere giustizia alla carriera nella sua interezza.

Qui di seguito, infine, un'intervista (con sottotitoli in inglese) curata dagli esperti di SciFiJapan:
 

 

La discussione sul forum


 

Lieve anticipo per Godzilla vs Kong


 
  

Warner Bros ha annunciato un lieve cambiamento della data d'uscita di Godzilla vs. Kong, l'epico rematch fra i due colossi del grande schermo, previsto per il 2020.

Se in precedenza l'uscita del film era infatti fissata al 29 Maggio 2020, ora la nuova data sarà il 22 Maggio 2020, quindi una settimana prima.



Naturalmente aspettiamo di conoscere anche l'uscita italiana. Il film comunque è ancora in una fase molto prematura di sviluppo e non è stato designato un regista. Gli sforzi sono infatti giustamente concentrati su Godzilla: King of the Monsters, previsto per il 2019.

Fonte: Variety
 

La discussione sul forum


 

Altra new entry in Godzilla 2


 
  

Continuiamo a tenere d'occhio gli arrivi nel cast di Godzilla: King of the Monsters, in attesa dell'inizio delle riprese, previste per quest'anno.

 

Stavolta è Deadline a riportare l'ingresso di Anthony Ramos, attore portoricano ancora agli inizi della sua carriera – il titolo per cui è più noto, attualmente, è il musical di Broadway Hamilton.



Prima di ritrovarlo opposto al re dei mostri, comunque, potremo vederlo anche nel remake di È nata una stella, sempre distribuito da Warner Bros e previsto per il 2018.

Non ci sono al momento indicazioni circa il ruolo che l'attore andrà a ricoprire nel film.

 

La discussione sul forum