24/01/2018, ore 05:23 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Il ritorno di Godzilla

 
Locandina

Titolo:
Il ritorno di Godzilla

Altri titoli:
TITOLO GIAPPONESE: Gojira,Ebira,Mosura- Nankai no Daiketto [Godzilla,Ebirah,Mothra- Il grande duello dei Mari del Sud] - TITOLO AMERICANO: Godzilla vs. the Sea Monster aka Ebirah Horror of the Deep

Anno di uscita:
1966
(in USA): 1968
(in Italia): 1969


Durata:
87 min.
(edizione usa): 82

Regista:
Jun Fukuda


Altre Informazioni

 
Voto medio:

Totale votanti: 8


Immagini Film:
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Rating Film: 3.6 su 5.
Sceneggiatura: Shinichi Sekizawa
Prodotto da: Tomoyuki Tanaka
Fotografia: Kazuo Yamada
Musica di: Masaru Sato
Direttore Effetti Speciali: Teisho Arikawa, Eiji Tsuburaya
Montaggio: Ryohei Fujii
Scenografia: Takeo Kita
Design Godzilla: Akira Watanabe
Compra DvD


Attori



Akira Takarada - Yoshimura
Tohru Watanabe - Ryota
Chotaro Togin - Ichino
Kumi Mizuno - Daiyo
Akihiko Hirata - Leader Bamboo Rossi
Jun Tazaki - Comandante Base
Tohru Ibuki - Yata
Ikio Sawamura - Schiavo anziano

Trama



  La storia si apre sulla vicenda di Ryota, che sfida i mari alla ricerca del fratello Yata, dichiarato disperso. Ma anche Ryota non ha sorte migliore: la sua imbarcazione viene dilaniata dalla tempesta e naufraga sull'isola di Letchi, dominata dalle truppe paramilitari dei Bamboo Rossi, che hanno ridotto in schiavitù gli indigeni e anche alcuni abitanti dell'Infant Island. Per controllare prigionieri e territorio, gli spietati aguzzini si servono di Ebirah, un terribile mostro marino simile a un enorme crostaceo. Ma il destino dei prigionieri cambierà grazie a Ryota che, ritrovato il fratello incolume, farà un'incredibile quanto provvidenziale scoperta: il corpo di Godzilla giace addormentato sull'isola. E sarà proprio il mitico mostro a fronteggiare Ebira per sconfiggere i Bamboo Rossi, mentre Mothra porterà in salvo gli umani.


Curiosità ed altro



  Cambio alla direzione della saga, con Jun Fukuda (già assistente in ''Rodan il mostro alato'') che subentra a Ishiro Honda: diventerà il secondo regista della serie Showa, di cui dirigerà cinque pellicole. Il cambio di passo è evidente nell'abbandono della componente fantascientifica in favore di una più avventurosa che ammicca anche ai contemporanei film di James Bond. Ma soprattutto è palese il tono decisamente più scanzonato e grottesco, con scene assurte a veri e propri momenti ''cult'': si veda ad esempio il momento in cui Godzilla e Ebirah si lanciano reciprocamente un macigno come se stessero giocando una ipotetica partita di tennis.
Fukuda si riteneva però curiosamente un regista drammatico, attento soprattutto ai legami tra i personaggi, un aspetto qui evidente nel sottotesto familiare che vede l'avventura partire dal desiderio di Ryota di cercare il fratello disperso.
Dopo aver scacciato il Dai Condor, Godzilla si tocca il muso: quel gesto è una citazione della serie ''Wakadaisho'', all'epoca molto popolare in Giappone.
Il soggetto originale era stato pensato per King Kong (che verrà invece riutilizzato in ''King Kong il gigante della foresta'') e questo forse giustifica le scene che vedono Godzilla alle prese con l'avvenente indigena (interpretata dalla mitica Kumi Mizuno, l'aliena pentita de ''L'invasione degli astromostri'') e il contesto lontano dalle tipiche metropoli.
Secondo alcuni fans la presenza di Godzilla nelle caverne dell'Isola Letchi sarebbe dovuta al desiderio di riposarsi dopo le battaglie con King Ghidorah.
Le fatine gemelle dell'Infant Island non sono più interpretate dalle gemelle Ito.
Alla direzione degli effetti speciali Teisho Arikawa (anche noto come Sadamasa Arikawa) assiste Eiji Tsuburaya; il budget più basso del solito produsse in ogni caso un risultato non eccellente.
In Germania la pellicola fu distribuita con un titolo che si riferiva a Frankenstein anzichè a Godzilla perché i distributori erano convinti che fosse un nome in grado di garantire maggiore successo.
Il titolo italiano è stato usato nel nostro paese anche per la prima pellicola della serie Heisei: attenzione a non fare confusione, quindi!



Valutazione media: 3.6 su 8 votanti.