20/10/2019, ore 20:05 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Godzilla: Mangiapianeti

 
Locandina

Titolo:
Godzilla: Mangiapianeti

Altri titoli:
TITOLO ORIGINALE GIAPPONESE: Godzilla: Hoshi wo Ku Mono TITOLO INTERNAZIONALE: Godzilla: The Planet Eater

Anno di uscita:
2018


Durata:
91 min.


Regista:
Kobun Shizuno


Altre Informazioni

 
Voto medio:

Totale votanti: 1


Immagini Film:
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Rating Film: 3.5 su 5.

Co-regista: Hiroyuki Seshita
Soggetto e sceneggiatura: Gen Urobuchi
Sviluppo: Sadayuki Murai
Prodotto da: Takashi Yoshizawa per Toho Animation e Polygon Pictures
Produttore esecutivo: Yoshihiro Furusawa
Character Design: Yusuke Kozaki
Direzione dell'animazione: Hiroshi Shimada
Montaggio: Aya Hida
Musiche: Takayuki Hattori





Attori




Trama



  

Dopo il fallimento dell'ultima battaglia che ha portato alla distruzione della Città Mechagodzilla, i Bilusaludo, fautori di una visione logico-scientifica, accusano Haruo per l'insuccesso. L'alternativa offerta al ragazzo è quella di Metphies, sacerdote degli Exif, che, nel predire un approccio più spirituale alla situazione, intende portare sulla Terra il suo Dio, come messaggero di salvezza. Ma la divinità in questione è il letale Ghidorah, e l'idea della pace degli Exif si rivelerà come un nichilista programma di distruzione. L'unico baluardo all'avanzata del divoratore di mondi potrebbe rivelarsi proprio il nemico più grande dell'umanità: Godzilla!




Curiosità ed altro



  

- Con Godzilla: Mangiapianeti, la saga di Godzilla arriva al 34° film in 64 anni e completa la trilogia animata di Toho e Polygon Studios. Anche questo film è stato annunciato in contemporanea all'uscita nelle sale giapponesi del secondo capitolo, Godzilla: Minaccia sulla città.


- Seguendo la storia dei due precedenti capitoli, il film realizza una consecutività fra tre pellicole che non si vedeva dai tempi della serie Heisei. L'uscita nel 2018, insieme a Godzilla: Minaccia sulla città, ripropone invece una situazione che non si verificava dal 1964, quando uscirono nelle sale giapponesi due pellicole dedicate al Re dei mostri, Watang! Nel favoloso impero dei mostri e Ghidorah! Il mostro a tre teste. In entrambi i casi la seconda pellicola segna il debutto di King Ghidorah nella rispettiva linea narrativa (o nel rispettivo universo, per usare una terminologia più attuale).


- L'incarnazione di Ghidorah che vediamo in questa iterazione è assolutamente la più radicale del mostro, in linea con quanto già compiuto con Mothra e, soprattutto, Mechagodzilla nei due precedenti capitoli. L'apparizione del drago è la prima dal 2004 (come Keizer Ghidorah in Godzilla: Final Wars). Nel 2019 è atteso il ritorno della sua versione classica in Godzilla II – King of the Monsters.


- L'immagine lancio del film (usata anche per il manifesto cinematografico), con Godzilla immobilizzato da Ghidorah, richiama il concept utilizzato da Noriyoshi Ohrai per il manifesto di Godzilla contro King Ghidora. Singolarmente, a questo richiamo pop se ne accompagna uno più biblico con Haruo sorretto da Metphies in una posa che ricorda la Pietà michelangiolesca.


- In una sequenza onirica vediamo Mothra distruggere l'Enola Gay, il bombardiere che sganciò il primo ordigno atomico su Hiroshima nel 1945.


- L'uscita giapponese è avvenuta nei cinema il 9 Novembre 2018. Come per i primi due capitoli, il resto del mondo ha dovuto attendere due mesi e una distribuzione esclusiva attraverso Netflix. Il debutto italiano è avvenuto il 9 Gennaio 2019.


- Si tratta dell'ultimo film giapponese di Godzilla a uscire durante l'era Heisei, che terminerà il 30 Aprile 2019 in seguito all'abdicazione dell'Imperatore Akihito per sopraggiunti limiti di età. L'era Heisei è iniziata l'8 Gennaio 1989 e il primo film di Godzilla uscito sotto il nuovo Imperatore è stato Godzilla contro Biollante (giunto nelle sale giapponesi il 16 Dicembre 1989). In totale, sotto Akihito, sono stati realizzati in Giappone 16 film del sauro atomico, esattamente lo stesso numero di quelli usciti durante l'era Showa.


- Come già accaduto con i primi due capitoli, il film è stato accompagnato dall'uscita nelle librerie di una novelization, scritta da Takahiro Okura e supervisionata dallo sceneggiatore Gen Urobuchi. La pubblicazione è avvenuta il 22 Dicembre 2018. Il romanzo, come i due precedenti, è inedito in Italia.





Valutazione media: 3.5 su 1 votanti.