20/04/2018, ore 05:18 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

War of the Colossal Beast

 
Locandina

Titolo:
War of the Colossal Beast

Altri titoli:


Anno di uscita:
1958


Durata:
68 min.


Regista:
Bert I. Gordon


Altre Informazioni

 
Voto medio:

Totale votanti: 2


Immagini Film:
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Rating Film: 2.7 su 5.
Soggetto: Bert I. Gordon
Sceneggiatura: George Worthing Yates
Prodotto da: Bert I. Gordon, Samuel Z. Arkoff, James H. Nicholson
Fotografia: Jack A. Marta
Montaggio: Ronald Sinclair
Musiche: Albert Glasser
Effetti speciali: Bert I. Gordon, Flora M. Gordon




Attori



Sally Fraser - Joyce Manning
Roger Pace - Maggiore Mark Baird
Duncan Parkin - Col. Glenn Manning / Uomo Colossale
Russ Bender - Dottor Carmichael
Rico Alaniz - Sergente Luis Murillo
George Becwar - John Swanson
Robert Hernandez - Miguel
Roy Gordon - Sindaco
Paul Frees - Uomo Colossale (voce)

Trama



  Una misteriosa serie di furti di camion per le consegne alimentari nella zona di Guavos, in Messico, desta in Joyce, sorella di Glenn Manning, l’Uomo Colossale, il sospetto che suo fratello sia sopravvissuto allo scontro a fuoco con l’Esercito e alla caduta dalla diga di Hoover e si reca sul luogo delle sparizioni per indagare, in compagnia del Maggiore Mark Baird, un ufficiale investigativo dell’Esercito, e del dottor Carmichael, un’autorità in esposizione alle radiazioni.
Il gigante, il cui volto è orribilmente sfigurato, e le cui facoltà mentali irrimediabilmente alterate a causa degli effetti delle radiazioni, si nasconde infatti in una desolata catena montuosa facendo razzia dei camion di passaggio per procurarsi il cibo. Una volta scoperto, i militari riescono a catturarlo utilizzando un carico di pane drogato e lo riportano negli Stati Uniti alloggiandolo in un hangar in disuso dell’Aeroporto Internazionale di Los Angeles.
Glenn, recuperate le forze, elude però la stretta sorveglianza cui è stato sottoposto e riesce a fuggire raggiungendo Griffith Park…



Curiosità ed altro



  - La casa di produzione Carmel Production, durante la campagna pubblicitaria per promuovere il film, girato tra il febbraio e il marzo del 1958, evita di dire che si tratta del sequel di The Amazing Colossal Man (I giganti invadono la Terra in Italia) cambiando il titolo di lavorazione Revenge of the Colossal Man con il definitivo War of the Colossal Beast. Indisponibili tuttavia i protagonisti del film precedente, ad eccezione di Russ Bender che però qui viene impiegato in un ruolo differente, Bert I. Gordon sostituisce una sorella alla fidanzata e maschera i nuovi lineamenti del gigante, stavolta interpretato da Duncan "Dean" Parkin, dietro una deturpante ferita, opera del truccatore Jack H. Young.
Il film, distribuito da American International Pictures (AIP), fu lanciato in doppio spettacolo con Attack of the Puppet People, un’altra pellicola dello stesso anno diretta anch’essa da Bert I. Gordon.

- Sebbene il film sia stato girato in bianco e nero, la sequenza finale della elettrocuzione è stata girata a colori probabilmente per aumentarne la drammaticità. La curiosa peculiarità della pellicola viene reclamizzata sulla locandina cinematografica, realizzata da Albert Kallis, con lo slogan "SEE A SIXTY-FOOT GIANT DESTROYED ... IN COLOR!".

- Il personaggio del Colonnello Manning, che per tutto il film si esprime con grugniti e gemiti eseguiti da Paul Frees, dice solo una parola, “Joyce”, il nome di sua sorella.

- Due location riconoscibili sono il Griffith Park Observatory (Griffith Park - 4730 Crystal Springs Drive) e l’Iverson Ranch a Chatsworth, entrambe site a Los Angeles, California, Usa.




Valutazione media: 2.7 su 2 votanti.