16/06/2019, ore 14:25 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Ho sposato un mostro venuto dallo spazio

 
Locandina

Titolo:
Ho sposato un mostro venuto dallo spazio

Altri titoli:
TITOLO ORIGINALE: I Married a Monster from Outer Space

Anno di uscita:
1958
(1959 in Italia)

Durata:
78 min.


Regista:
Gene Fowler Jr.


Altre Informazioni

 
Voto medio:

Totale votanti: 2


Immagini Film:
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Rating Film: 3.5 su 5.
Soggetto: Louis Vittes, Gene Fowler Jr.
Sceneggiatura: Louis Vittes
Produttore: Gene Fowler Jr.
Fotografia: Haskell B. Boggs
Montaggio: George Tomasini
Effetti speciali: John P. Fulton

Compra DvD


Attori



Gloria Talbott - Marge Farrell
Tom Tryon - Bill Farrell
Peter Baldwin - Agente Hank Swanson
Robert Ivers - Harry Phillips
Chuck Wassil - Ted Hanks
Valerie Allen - Francine, la prostituta
Ty Hardin - Mac Brody
Ken Lynch - Dott. Wayne
John Eldredge - Capitano Collins
Max Rosenbloom - Max Grady, il barista
Alan Dexter - Sam Benson
Jean Carson - Helen Rhodes

Trama



  

Ad un anno dal loro matrimonio, Bill e Marge Farrell sono in crisi. L’uomo è freddo e apatico nei confronti della moglie che, preoccupata anche del fatto di non riuscire a rimanere incinta, decide di pedinarlo scoprendo che lui non è l'uomo che conosceva, ma un impostore alieno. Sotto lo sguardo terrorizzato della donna, una forma di vita extraterrestre lascia il corpo del marito ed entra in una navicella spaziale nascosta nel bosco.
Marge viene così a sapere che è in atto un’invasione aliena da parte di esseri provenienti dalla Nebulosa di Andromeda, giunti sulla Terra per ricostituire la loro specie in via d’estinzione…




Curiosità ed altro



  

- Il mostro fu creato da Charles Gemora, già realizzatore dei marziani de La guerra dei mondi.

- I cani
che, verso la fine del film, attaccano gli alieni, erano in principio troppo impauriti dagli attori in costume per avvicinarsi loro. Furono quindi abituati alla presenza degli attori a tal punto che, quando venne il momento di girare la scena, saltarono giocosamente intorno a loro facendo le feste invece di attaccarli. I cani erano inoltre stati addestrati per addentare i tubi di respirazione sui costumi alieni, ma a quanto pare furono gli attori stessi che interpretavano gli alieni a guidarli affinché il copione venisse rispettato.

- Nel 1998, l'ormai defunta
rete televisiva UPN produsse e mandò in onda un remake del film intitolato semplicemente “I Married a Monster”.
La pellicola, inedita in Italia, diretta da Nancy Malone e con Richard Burgi nel ruolo del marito alieno, rende il doveroso omaggio a Gloria Talbott e a Tom Tryon attraverso brevi spezzoni tratti dal primo film.

- Curiosità sul doppiaggio italiano (CDC 1959): quando nel finale il capitano Collins (John Endredge) si "dissolve", invece di dire galàssie il suo doppiatore italiano (Bruno Persa) dice galassìe, con l'accento sulla "i" invece che sulla seconda "a", forse perché all'epoca non era ancora ben chiara in Italia la corretta pronuncia!





Valutazione media: 3.5 su 2 votanti.