24/06/2018, ore 03:39 |  Login  |  Registrati
Ricerca Film in database:
Bookmark and Share

Gli invasori spaziali

 
Locandina

Titolo:
Gli invasori spaziali

Altri titoli:
TITOLO ORIGINALE: Invaders from Mars

Anno di uscita:
1953


Durata:
78 min.
edizione UK: 83

Regista:
William Cameron Menzies


Altre Informazioni

 
Voto medio:

Totale votanti: 3


Immagini Film:
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Immagine Film
Rating Film: 4 su 5.
Soggetto: John Tucker Battle   
Sceneggiatura: Richard Blake
Prodotto da: Edward L. Alperson
Fotografia: John F. Seitz
Montaggio: Arthur Roberts
Musiche: Raoul Kraushaar, Mort Glickman
Direzione artistica: Boris Leven        
Effetti speciali: Jack Cosgrove


Compra DvD


Attori



Jimmy Hunt - David MacLean
Helena Carter - Dottoressa Pat Blake
Arthur Franz - Dottor Stuart Kelston
Leif Erickson - George MacLean
Hillary Brooke - Mary MacLean
Morris Ankrum - Colonnello Fielding
Douglas Kennedy - Poliziotto Jackson

Trama



  

Una notte, il giovane David McLean vede un UFO atterrare non lontano da casa. Suo padre va a indagare, ma al suo ritorno qualcosa in lui è inspiegabilmente cambiato. L’uomo, un tempo allegro e affettuoso, è ora freddo e ostile.
Ben presto anche sua madre e molte altre persone subiscono lo stesso cambiamento, dopo essere passate per il luogo dov’è atterrata l’astronave. Tramite una trappola, infatti, le persone vengono catturate, facendole sprofondare nella sabbia in una buca collegata direttamente con la navicella. David nota una strana cicatrice sulla nuca delle vittime, segno di un’abominevole operazione di innesto di un chip atto al controllo della mente umana. La neutralizzazione della volontà degli uomini è la prima fase di un progetto che mira alla conquista del mondo.
Quando il ragazzo si rivolge alla polizia in cerca di aiuto, scopre che anche i poliziotti sono sotto il controllo alieno. Fortunatamente la dottoressa Blake e l’astro-fisico Kelston credono alla storia di David e chiamano l'esercito per affrontare gli invasori marziani il cui avamposto si trova sotto la collina.




Curiosità ed altro



  

- Il reparto di effetti speciali usò oltre 3000 profilattici per creare le "bolle" sulle pareti delle gallerie sotterranee. 

- Il film ottenne una nomination al Premio Hugo (Hugo Award) nel 1953 come “migliore rappresentazione drammatica”. 

- In occasione della distribuzione europea, l'agente locale della compagnia di Edward Alperson informò i dirigenti che sul nostro continente non apprezzavano i film "onirici" che terminavano rivelando che tutta la vicenda narrata nel film era stata in realtà tutto un sogno. I produttori corsero dunque ai ripari, richiamando gli attori e girando delle sequenze di raccordo che trasformarono la vicenda da onirica a realistica.

- Gli invasori spaziali ha avuto un remake nel 1986 dal titolo Invaders (in originale Invaders from Mars), diretto da Tobe Hooper, nel quale il finale "onirico" è mantenuto in tutte le versioni.

- Girato originariamente in 3D, nel primitivo procedimento del Technicolor, il film è stato distribuito in Europa a volte in copie in bianco e nero. La versione a colori oggi conosciuta è stata faticosamente ottenuta attraverso un elaborato processo in seguito al quale il nuovo positivo presenta alcuni colori falsati o invertiti rispetto all’originale.

- L’uscita nei cinema nostrani, secondo autorevoli fonti, è avvenuta nel settembre 1958, mentre il visto censura, numero 27433, fa riferimento al 1955 (per la precisione 01-01-1955).





Valutazione media: 4 su 3 votanti.